• messenger
  • Domande e Risposte
  • Contattaci
  • Cerca
Close

SOTOZEN.COM > Templi della scuola Soto > Alla scoperta dei sacri templi del buddismo zen Soto in Giappone > Vol.12 Daijiji, tempio dello zen Soto

Alla scoperta dei sacri templi del buddismo zen Soto in Giappone

Daijiji, tempio dello zen Soto

statue di Shokannon (Avalokiteshvara)
Nella Sala del Dharma, vicino al centro del recinto del tempio, vengono venerate le statue di Shokannon (Avalokiteshvara), Amidabutsu (Buddha di luce infinita) e Nyoirin Kannon (Avalokiteshvara Cintamani Chakra)

Situato in una fertile area bagnata dai fiumi Midorikawa e Kasegawa, il tempio Dairyozan Daijiji fu fondato nel 1278 da Kangan Giin, uno dei più importanti discepoli di Dogen Zenji, il fondatore dello zen Soto. Per lungo tempo Daijiji è stato il principale tempio zen Soto nel Kyushu. Il panorama che lo circonda ricorda quello di Daci-shan, nel Mingzhou, in Cina, dove Kangan Giin si dedicò alla disciplina buddista. Da qui deriva il nome del tempio (Daiji, in cinese Daciin)

Divinità guardiane (Nio) si stagliano a lato del portale principale, costruito nel 1720.

Divinità guardiane (Nio) si stagliano a lato del portale principale, costruito nel 1720.

Solenni cerimonie nella Sala del Dharma per festeggiare l’ordinazione monastica.

Solenni cerimonie nella Sala del Dharma per festeggiare l’ordinazione monastica.

La campana di bronzo (alta 169 cm) a sinistra subito dopo il portale principale è stata forgiata nel 1287 e reca un brano calligrafico di Kangan Zenji. Tesoro prezioso, la campana è stata designata come Bene Culturale di Importanza Nazionale. Nella Sala del Dharma si tengono i sermoni e vengono recitati i sutra. A circa metà strada fra il portale principale e la sala, si erge la Sala del Buddha, in cui è custodita l’immagine più importante del tempio: una statua di Shakyamuni altra 3,5 metri e risalente al 1779.

La statua che rappresenta Kangan Giin, fondatore del tempio, è stata realizzata più di 600 anni fa.

La statua che rappresenta Kangan Giin, fondatore del tempio, è stata realizzata più di 600 anni fa.

Aperta al pubblico, la Sala dei monaci è un importante luogo di pratica dello zazen.

Aperta al pubblico, la Sala dei monaci è un importante luogo di pratica dello zazen.

Kangan Zenji si impegnò assiduamente per migliorare le condizioni di vita della popolazione locale, ad esempio facendo costruire un ponte su un pericoloso torrente del fiume Midorikawa e bonificando terreni per l’agricoltura. In segno di riconoscenza, ancora oggi gli abitanti del luogo portano a Daijiji offerte in riso e denaro in occasione delle cerimonie in primavera e autunno. Gli incontri per praticare lo zazen la prima domenica di ogni mese nell’apposita sala (che può ospitare fino a 60 persone) sono molto apprezzati da parrocchiani e non.

La campana nella torre dietro gli alberi è stata designata come Bene Culturale di Importanza Nazionale.

La campana nella torre dietro gli alberi è stata designata come Bene Culturale di Importanza Nazionale.


" Map"::: Daijiji

■ Luogo
Bus diretto ad Otsu dalla stazione di JR Kumamoto al Centro di Trasporto (Kotsu Senta). Quindi bus Kawashiri / Daiji-ji per la fermata Daiji-ji-mae.

Indirizzo: 1-7-1 Noda, Kumamoto, Kumamoto Prefecture 861-4114, Japan
Telefono: +81(96)357-9173

Alla scoperta dei sacri templi del buddismo zen Soto in Giappone